FRA NORMALITA' E DISABILITA' INTELLETTIVA LIEVE: COME INTERVENIRE. STRATEGIE DID di VIANELLO RENZO
FRA NORMALITA' E DISABILITA' INTELLETTIVA LIEVE: COME INTERVENIRE. STRATEGIE DID - VIANELLO RENZO

FRA NORMALITA' E DISABILITA' INTELLETTIVA LIEVE: COME INTERVENIRE. STRATEGIE DID

VIANELLO RENZO

GIUNTI EDU

26,00
  • Macrosettore: DISABILITA'-AUTISMO-DSA-SCUOLA
  • Settore: DISABILITA'---DIDATTICA
  • Collana: GUIDE PSICOPEDAGOGICHE   nà 0
  • Data di pubblicazione: 02/10/2019
  • Prezzo di listino: 26,00
  • Disponibilità: Disponibile in libreria
  • Reperibilità:
  • ISBN: 9788809870703

Abstract / quarta di copertina

Una guida operativa per potenziare le capacità cognitive dei bambini/ragazzi che faticano molto negli apprendimenti perché presentano un Funzionamento Intellettivo Limite (FIL) o cognitivo borderline, cioè caratterizzato da un QI compreso tra 70 e 85, quindi leggermente inferiore alla media ma non ancora classificabile come disabilità intellettiva. Utile per insegnanti curricolari e di sostegno, educatori, pedagogisti, psicologi e quanti operano dentro e fuori la scuola, nonché per i genitori che desiderano sostenere il proprio figlio nel suo percorso scolastico e di crescita. La guida comprende: una sezione "conoscere per intervenire" con le informazioni teorico-operative su cosa sia il funzionamento intellettivo limite, su come sostenere lo sviluppo degli apprendimenti di chi si trova in tale condizione e sulle attività utili per progettare un intervento efficace; un workbook articolato in 2 aree: allenare la ricerca percettiva e la memorizzazione e potenziare pensiero e ragionamento. Le schede, organizzate per difficoltà crescente, sono contestualizzate ai contenuti disciplinari di geografia, scienze, storia, italiano e matematica. L'impostazione didattica seguita consente di allenare il pensiero e potenziare l'intelligenza attraverso le discipline, in un'ottica basata sul lavoro in classe e sugli stessi argomenti affrontati dai compagni. Le attività proposte possono essere utilizzate anche con bambini con DSA, BES, ADHD, ma anche con bambini a sviluppo tipico, per potenziarne le capacità cognitive e le abilità di ragionamento.