TRASGRESSIONE, VIOLAZIONE PERVERSIONE. EZIOPATOGENESI, DIAGNOSI E TERAPIA di PETRINI PIERO; CASADEI ANITA; CHIRICOZZI FRANCESCA
TRASGRESSIONE, VIOLAZIONE PERVERSIONE. EZIOPATOGENESI, DIAGNOSI E TERAPIA - PETRINI PIERO; CASADEI ANITA; CHIRICOZZI FRANCESCA

TRASGRESSIONE, VIOLAZIONE PERVERSIONE. EZIOPATOGENESI, DIAGNOSI E TERAPIA

PETRINI PIERO; CASADEI ANITA; CHIRICOZZI FRANCESCA

FRANCO ANGELI

24,50
  • Macrosettore: PSICOANALISI-E-PSICOTER.ANALITICHE
  • Settore: PSICOANALISI-PSICOSI
  • Collana: PSICODINAMICAMENTE   nà 0
  • Data di pubblicazione: 16/09/2011
  • Prezzo di listino: 24,50
  • Disponibilità: Non presente in libreria
  • Reperibilità: Reperibile in pochi giorni
  • ISBN: 9788856841787

Abstract / quarta di copertina

Una trattazione dell'ampio spettro dei disturbi perversivi, sia in termini psichiatrici che psicodinamici. Una chiara e definita caratterizzazione nosografica, eziopatogenetica e terapeutica di ogni forma di perversione sessuale e relazionale. Una puntuale analisi delle differenze tra perversione da una parte e trasgressione e violazione dall'altra. Secondo gli autori di questo volume, le perversioni possono essere definite tali in funzione della relazione, dello sviluppo psichico oltre che di una legge. Tutti questi elementi regolano i rapporti di desiderio, godimento e di potere nei soggetti. La psicoanalisi ha costruito le sue teorie proprio sulla relazione tra l'uomo e la legge. Per Freud la soggettività nasce da un evento mitico: il "pasto totemico". Klein sostiene che l'inconscio segue una legge arcaica e spietata: la legge del taglione. Oggi una persona di media o alta cultura ha un'idea alquanto precisa di chi sia un perverso: "il perverso è uno che ha bisogno della legge per godere". Quindi, perverso è soprattutto uno che perverte la legge morale: la usa non per essere buono ma per procurarsi piaceri sessuali. Ed in quest'ottica il volume analizza il rapporto dei soggetti con la legge in senso lato.

ISBN: 9788856841787 - Una trattazione dell'ampio spettro dei disturbi perversivi, sia in termini psichiatrici che psicodinamici. Una chiara e definita caratterizzazione nosografica, eziopatogenetica e terapeutica di ogni forma di perversione sessuale e relazionale. Una puntuale analisi delle differenze tra perversione da una parte e trasgressione e violazione dall'altra. Secondo gli autori, le perversioni possono essere definite tali in funzione della relazione, dello sviluppo psichico oltre che di una legge. Tutti questi elementi regolano i rapporti di desiderio, godimento e di potere nei soggetti. La psicoanalisi ha costruito le sue teorie proprio sulla relazione tra l'uomo e la legge. Per Freud la soggettività nasce da un evento mitico: il "pasto totemico". Klein sostiene che l'inconscio segue una legge arcaica e spietata: la legge del taglione. Oggi una persona di media o alta cultura ha un'idea alquanto precisa di chi sia un perverso: "uno che ha bisogno della legge per godere". Quindi, perverso è soprattutto uno che perverte la legge morale: la usa non per essere buono ma per procurarsi piaceri sessuali. E in quest'ottica il volume analizza il rapporto dei soggetti con la legge in senso lato. Piero Petrini, psichiatra, neurologo, psicoterapeuta psicoanalitico, medico responsabile del CDP (S. Camillo-Forlanini, Roma), socio del CPP in Roma, ideatore e direttore della rivista Idee in Psicoterapia, è docente di Clinica Psichiatrica all'Università Europea. Presidente della Società Italiana di Psicoterapia, è nel Direttivo SIP. Anita Casadei, psicologa, PhD alla Southern U.I. (Louisiana), specialista in psicoterapia ad indirizzo psicodinamico, opera come psicoterapeuta presso il Roma), del quale è socia e svolge attività di docenza e supervisione presso SFPID di Roma. Francesca Chiricozzi, psicologa, PhD in scienze neurologiche dello sviluppo e specialista in psicoterapia a indirizzo psicodinamico, svolge attività di ricerca presso l'Università Sapienza di Roma e opera come psicoterapeuta nel CPP (Roma).