FREUD E L'UOMO EBREO. LA CHIARA COSCIENZA DI UN'IDENTITA' INTERIORE. SEGUITO DA di MALET EMILE H.; BALDASSARRO A. (CUR.)
FREUD E L'UOMO EBREO. LA CHIARA COSCIENZA DI UN'IDENTITA' INTERIORE. SEGUITO DA  - MALET EMILE H.; BALDASSARRO A. (CUR.)

FREUD E L'UOMO EBREO. LA CHIARA COSCIENZA DI UN'IDENTITA' INTERIORE. SEGUITO DA

MALET EMILE H.; BALDASSARRO A. (CUR.)

INSCHIBBOLETH

16,00
  • Macrosettore: PSICOANALISI-E-PSICOTER.ANALITICHE
  • Settore: PSICOANALISI-STORIA
  • Collana: LECH LECHA'   nà 1
  • Data di pubblicazione: 21/03/2019
  • Prezzo di listino: 16,00
  • Disponibilità: Disponibile in libreria
  • Reperibilità:
  • ISBN: 9788885716421

Abstract / quarta di copertina

Émile H. Malet si interroga in questo volume sulle radici ebraiche del pensiero freudiano, e sulla costante preoccupazione di Freud di mettere la psicoanalisi al riparo da qualsiasi tentazione o contingenza religiosa. Freud non ha mai fatto mistero della sua ascendenza giudaica - utilissimo da questo punto di vista è il «Piccolo catalogo di citazioni a proposito di Freud e l'ebraismo» nella seconda parte del volume - non rinnegandola mai pur non essendo certo un devoto religioso e un praticante, ma definendosi piuttosto un "ateo", o un "agnostico". Il difficile compito del fondatore della psicoanalisi è stato infatti quello di elaborare una teoria del funzionamento psichico ed una pratica clinica che in diversi modi ereditavano un modo di pensare tipicamente ebraico, e allo stesso tempo di porla come un sistema universale, laico e non incline a compromessi. Prefazione di Abraham B. Yehoshua.