PERCORSI EDUCATIVI NELLA DISABILITA' VISIVA. IDENTITA', FAMIGLIA E INTEGRAZIONE di CALDIN R. (CUR.)
PERCORSI EDUCATIVI NELLA DISABILITA' VISIVA. IDENTITA', FAMIGLIA E INTEGRAZIONE  - CALDIN R. (CUR.)

PERCORSI EDUCATIVI NELLA DISABILITA' VISIVA. IDENTITA', FAMIGLIA E INTEGRAZIONE

CALDIN R. (CUR.)

ERICKSON

20,00
  • Macrosettore: DISABILITA'-AUTISMO-DSA-SCUOLA
  • Settore: DISABILITA'---SENSORIALE
  • Collana: GUIDE PER L'EDUCAZIONE SPECIALE   nà 0
  • Data di pubblicazione: 23/02/2006
  • Prezzo di listino: 20,00
  • Disponibilità: Disponibile in libreria
  • Reperibilità:
  • ISBN: 9788879468558

Abstract / quarta di copertina

Come interagire con un ragazzo con disabilità visiva, aiutandolo a scoprire le proprie potenzialità e a raggiungere un buon grado di autonomia? Partendo dall'esperienza personale dell'autrice, che da anni si occupa di integrazione scolastica e sociale, questa guida offre spunti di riflessione e suggerimenti operativi rivolti a tutti coloro che, nella vita professionale e privata, vivono a stretto contatto con bambini e adolescenti con disabilità visiva: educatori e insegnanti, ma anche operatori, genitori, familiari e amici. Mentre la prima parte ha un taglio teorico, la seconda parte pone l'accento sui vari ambiti di intervento. Un ultimo capitolo è dedicato all'esposizione di un'esperienza di rappresentazione teatrale realizzata con bambini ciechi.

Come interagire con un ragazzo con disabilità visiva, aiutandolo a scoprire le proprie potenzialità? Come fargli raggiungere un buon grado di autonomia? Basato sull’esperienza personale degli autori, che da anni si occupano di integrazione scolastica e sociale, questa guida offre interessanti spunti di riflessione e suggerimenti operativi rivolti a tutti coloro che, nella vita professionale e privata, vivono a stretto contatto con bambini e adolescenti con disabilità visiva: educatori e insegnanti, ma anche operatori, genitori, familiari e amici. Mentre la prima parte ha un taglio teorico e affronta la questione dell’autonomia degli adolescenti con disabilità visiva, l’importanza delle tecnologie come ausili, gli aspetti più significativi della legislazione sull’integrazione, la seconda parte pone l’accento sui vari ambiti di intervento: la famiglia (il contesto educativo prioritario che accoglie, sostiene e accompagna il bambino), la scuola, le attività con i lettori domiciliari, le esperienze nel campo artistico e del lavoro artigianale. Un testo fondamentale per chi, di fronte alle situazioni educative complesse e problematiche, è pronto ad accoglierne le inaspettate armonie e le sorprendenti risorse.