VITA ACCANTO ALLA SOFFERENZA MENTALE. SEMINARI CLINICO-TEORICI (1973-1996) (UNA) di BENEDETTI GAETANO; BARTOCCI C. (CUR.)
VITA ACCANTO ALLA SOFFERENZA MENTALE. SEMINARI CLINICO-TEORICI (1973-1996) (UNA) - BENEDETTI GAETANO; BARTOCCI C. (CUR.)

VITA ACCANTO ALLA SOFFERENZA MENTALE. SEMINARI CLINICO-TEORICI (1973-1996) (UNA)

BENEDETTI GAETANO; BARTOCCI C. (CUR.)

FRANCO ANGELI

43,50
  • Macrosettore: PSICOANALISI-E-PSICOTER.ANALITICHE
  • Settore: PSICOANALISI-PSICOSI
  • Collana: GLI SGUARDI   nà 15
  • Data di pubblicazione: 01/04/2010
  • Prezzo di listino: 43,50
  • Disponibilità: Disponibile in libreria
  • Reperibilità:
  • ISBN: 9788856817492

Abstract / quarta di copertina

à nel fermento culturale degli anni Settanta che il "gruppo di giovani analisti pieni di entusiasmo e con spirito di iniziativa" (G. Medri) che poi fonderà la SPP (Scuola di Psicoterapia Psicoanalitica) e l'ASP (Associazione di Studi Psicoanalitici), chiede a Benedetti e Cremerius di tenere dei Seminari mensili a carattere clinico-teorico. I Seminari sono stati regolarmente registrati, trascritti e conservati. "à soprattutto nel lavoro di supervisione in gruppo o individuale che Benedetti è riuscito a comunicarci quel senso dell'ascolto che informa il suo insegnamento e la sua pratica psicoterapeutica. [...] Bisognerebbe leggere le trascrizioni dei seminari [...] per dare l'idea 'dell'ascolto circolare' [...] 'del laboratorio analitico' (S. Resnik); e, insieme il lento costruirsi di un indirizzo di scuola" (L. D'Alfonso). Le trascrizioni dei Seminari che compongono questo testo, quell'atmosfera la rendono, in effetti, quasi palpabile. I contributi selezionati sembrano avere un certo valore "predittivo e prospettico", in particolare rispetto ad alcuni dibattiti tuttora centrali.

ISBN: 9788856817492 - È nel fermento culturale degli anni Settanta che il "gruppo di giovani analisti pieni di entusiasmo e con spirito di iniziativa" (G. Medri) che poi fonderà la SPP (Scuola di Psicoterapia Psicoanalitica) e l'ASP (Associazione di Studi Psicoanalitici), chiede a Benedetti e Cremerius di tenere dei Seminari mensili a carattere clinico-teorico - che sono stati regolarmente registrati, trascritti e conservati. "È soprattutto nel lavoro di supervisione in gruppo o individuale che Benedetti è riuscito a comunicarci quel senso dell'ascolto che informa il suo insegnamento e la sua pratica psicoterapeutica. [...] Bisognerebbe leggere le trascrizioni dei seminari [...] per dare l'idea 'dell'ascolto circolare' [...] 'del laboratorio analitico' (S. Resnik); e, insieme il lento costruirsi di un indirizzo di scuola" (L. D'Alfonso). Le trascrizioni dei Seminari che compongono questo testo, quell'atmosfera la rendono, in effetti, quasi palpabile. I contributi selezionati sembrano avere un certo valore "predittivo e prospettico", in particolare rispetto ad alcuni dibattiti tuttora centrali. Benedetti, conosciuto come grande teorico della schizofrenia, "che per lui è quella cornice di riferimento che fu per Freud l'isteria" (C. Elia), qui appare nella sua veste di clinico e supervisore.