ERA SINTETICA. EVOLUZIONE ARTIFICIALE, RISURREZIONE DI SPECIE ESTINTE, RIPROGETT - PRESTON CHRISTOPHER J.

ERA SINTETICA. EVOLUZIONE ARTIFICIALE, RISURREZIONE DI SPECIE ESTINTE, RIPROGETT

PRESTON CHRISTOPHER J.

EINAUDI

21,00
  • Macrosettore: SCIENZE UMANE-COMUNICAZIONE
  • Settore: FILOSOFIA SCIENZA
  • Collana: PICCOLA BIBLIOTECA EINAUDI. I MAVERICK   nà 0
  • Data di pubblicazione: 22/10/2019
  • Prezzo di listino: 21,00
  • Disponibilità: 5-7 giorni
  • ISBN: 9788806242497

Abstract / quarta di copertina

Non c'è più un luogo sulla Terra rimasto intoccato dall'uomo. È qualcosa che, ben oltre fenomeni drammatici quali lo scioglimento dei ghiacciai o la scomparsa di specie viventi, prova l'ingresso dell'uomo in una nuova era geologica. Secondo Christopher Preston la cosa più sorprendente della nostra epoca non è l'enorme impatto dell'uomo sul pianeta, ma il grado di consapevolezza con il quale egli ha stabilito di trasformarlo. Le tecnologie emergenti ci promettono di sostituire alcune delle funzioni fondamentali della Natura. Non stiamo semplicemente lasciando l'Olocene per entrare nell'Antropocene: ci stiamo congedando per sempre dall'epoca in cui il cambiamento del pianeta era solo l'esito inatteso di un'industrializzazione incontrollata. Un mondo progettato da ingegneri e tecnici implica la nascita della prima Era Sintetica del pianeta. La gamma di conquiste destinate a riconfigurare il metabolismo della Terra è impressionante: dalle nanotecnologie in grado di ristrutturare le forme naturali della materia alle produzioni molecolari che permettono un riutilizzo illimitato delle molecole stesse; dalle possibilità della biologia sintetica di costruire un genoma artificiale alle mini-macchine biologiche capaci di rimodellare l'evoluzione; dal trasferimento di specie esistenti alla bioresurrezione di quelle estinte; dai programmi dell'ingegneria climatica di gestione della radiazione solare ai progetti di raffreddamento del pianeta tramite l'aumento di luminosità delle nuvole e la rimozione del carbonio dall'atmosfera. Ma cosa succede quando l'uomo cessa di essere la specie più intelligente del pianeta per divenirne il demiurgo? Chi deciderà delle forme e della natura del nostro futuro sintetico? Di chi fidarsi? Sono temi troppo cruciali per rimanere nelle mani dei soli scienziati.