SEMINARIO. LIBRO XIX. ... O PEGGIO(IL) di LACAN JACQUES; DI CIACCIA A. (CUR.)
SEMINARIO. LIBRO XIX. ... O PEGGIO(IL) - LACAN JACQUES; DI CIACCIA A. (CUR.)

SEMINARIO. LIBRO XIX. ... O PEGGIO(IL)

LACAN JACQUES; DI CIACCIA A. (CUR.)

EINAUDI

24,00
  • Macrosettore: PSICOANALISI E PSICOTER.ANALITICHE
  • Settore: PSICANALISI LACAN
  • Collana: PICCOLA BIBLIOTECA EINAUDI. NUOVA SERIE   nà 0
  • Data di pubblicazione: 07/07/2020
  • Prezzo di listino: 24,00
  • Disponibilità: Disponibile in libreria
  • ISBN: 9788806246532

Abstract / quarta di copertina

In questo Seminario Lacan tratta dell'uomo e della donna. Per essere precisi tratta del loro rapporto, a proposito del quale l'immaginazione ha da sempre alimentato piacevoli illusioni e struggenti passioni, e rispetto al quale la cultura ha prescritto, secondo i tempi, ciò che è bene e ciò che è male. In realtà sia la poesia, in modo suggestivo, sia la società, che accentua il disagio di questo rapporto, sono come dei veli che coprono un buco: un buco nel reale. Lacan propone un'inedita definizione: «Non c'è rapporto sessuale». Questo non vuole dire che non ci possano essere quei rapportini, così li chiama, che fanno la delizia e la croce del genere umano. Vuol dire invece che tra l'uomo e la donna non c'è, a priori, nessun accordo né armonia alcuna. Difetto che non dipende né dall'uno né dall'altra, poiché la chiave è da ritrovare soltanto in quello che Freud ha chiamato inconscio e che Lacan cerca di precisare sviluppando una nuova logica. È l'inconscio che rende impossibile che di due si arrivi a fare uno. Eppure l'uno-tutto-solo c'è. Al non c'è del rapporto sessuale si oppone il c'è dell'Uno, il quale è solo nel suo godimento, e questo vale per qualunque corpo parlante, che sia dell'uno o dell'altro sesso. Qui inizia l'ultimo insegnamento di Lacan. Sembra che Lacan ripercorra strade conosciute, e invece è tutto diverso: l'Altro non è quello che conoscevamo, e neppure il desiderio, addirittura neppure il godimento. L'inconscio stesso, che Lacan più avanti chiamerà parlessere, si situa ormai sotto l'egida dell'Uno nella dimensione del Reale.