TI RACCONTO IL VIAGGIO (E QUEL CHE HO IMPARATO) di GIUSTI M. (CUR.)
TI RACCONTO IL VIAGGIO (E QUEL CHE HO IMPARATO) - GIUSTI M. (CUR.)

TI RACCONTO IL VIAGGIO (E QUEL CHE HO IMPARATO)

GIUSTI M. (CUR.)

FRANCO ANGELI

30,40 32,00 -5%
  • Macrosettore: DISABILITA'-AUTISMO-DSA-SCUOLA
  • Settore: PEDAGOGIA
  • Collana: LA SOCIETA'. SAGGI   nà 216
  • Data di pubblicazione: 21/12/2020
  • Prezzo di listino: 32,00
  • Disponibilità: Disponibile in libreria
  • ISBN: 9788835110811

Abstract / quarta di copertina

Il progetto che ha avviato questo libro è semplice: ho chiesto a un certo numero di Autori e Autrici di raccontare (in modo più o meno ampio, a loro discrezione) esperienze di viaggi di formazione alle quali essi stessi avevano fatto cenno in occasioni pubbliche (convegni, seminari, gruppi di studio), senza però approfondirle con racconti veri e propri. Nel libro s'incontrano molti luoghi e idee legate al viaggio: paesaggi della Pianura Padana col torrente Samoggia; strade di Milano, memoria viva di storia recente; villaggi rurali in India; Genova, Cuba, Cammino di Santiago; diari di bordo degli esploratori del '500; Faafu-Magoodhoo e arcipelago delle Maldive; Lisbona e isola di Lanzarote; regioni del Corno d'Africa; città della Cina; Parigi e Disneyland Paris; Costa Brava e altopiano di Bettelmatt; l'Antropocene come riflessione sul clima; Palestina e Niger; Harward e l'Università; Tel Aviv e Gerusalemme dove incontrare e capire; la Versilia e la sua pineta come luoghi di ricerca di senso. I racconti delle esperienze di viaggi e di formazione presenti nel libro sono realizzati dall'interno delle esperienze stesse: gli Autori e le Autrici ripercorrono territori di conoscenza che hanno lasciato tratti di formazione in loro. Ciascuno si muove nel proprio ambito disciplinare e scientifico (pedagogia, estetica, storia, antropologia, geografia, psicologia, narrativa) per misurarsi con il viaggio e racconta una parte di mondo vicina o lontana. Dopo aver oltrepassato città, oceani, atmosfere, storie e confini; dopo aver percorso strade e incontrato persone, ora gli scritti, qui raccolti, rendono trasmissibili le esperienze di viaggi compiute. I territori sono stati interpretati e disegnati come nuove mappe metaforiche di conoscenza; sono stati raccontati affinché possano essere formativi non solo per chi li ha percorsi e studiati ma anche per chi leggerà. Il libro si rivolge a insegnanti, a studiosi di pedagogia e ai lettori interessati a trovare nuovi sguardi possibili di curiosità e di conoscenza verso la società e il mondo della vita.