DAL CYBORG AL POSTUMANO. BIOPOLITICA DEL CORPO ARTIFICIALE di CARONIA ANTONIO
DAL CYBORG AL POSTUMANO. BIOPOLITICA DEL CORPO ARTIFICIALE - CARONIA ANTONIO

DAL CYBORG AL POSTUMANO. BIOPOLITICA DEL CORPO ARTIFICIALE

CARONIA ANTONIO

MELTEMI

18,00
  • Macrosettore: SCIENZE UMANE-COMUNICAZIONE
  • Settore: FILOSOFIA POLITICA
  • Collana: CULTURE RADICALI   nà 0
  • Data di pubblicazione: 03/09/2020
  • Prezzo di listino: 18,00
  • Disponibilità: Disponibile in libreria
  • ISBN: 9788855192286

Abstract / quarta di copertina

Prima che la "theory-fiction" emergesse come interzona concettuale; prima che Mark Fisher, sulla scorta del vecchio Baudrillard, registrasse il collasso della science-fiction nei simulacri del realismo capitalista; prima che "ballardismo applicato" diventasse l'ultimo gioco in città, Antonio Caronia ha analizzato il capitalismo digitale attraverso il pensiero radicale di James Ballard, Philip K. Dick, Ursula K. Le Guin, Samuel Delany, William Gibson, Don DeLillo, che ritroviamo nei testi di questa antologia. Per Caronia il cyborg, l'uomo artificiale, abita i fantasmi della modernità dalla nascita della biopolitica, non appena la "natura" - umana e non - smette di apparire una sostanza immodificabile per diventare terreno di sapere e di conflitto sociale attraverso le mutazioni del corpo e del linguaggio. Al di là del soggetto, e della sua caricatura transumanista, nella dimensione postumana prevista da Antonin Artaud e William Burroughs, coglie l'esperimento dell'Homo sapiens sapiens come "animale del possibile".